Ambiente e Sicurezza

INFEZIONE DA NUOVO CORONAROVIRUS (SARS-CoV-2)

COVID-19

INFEZIONE DA NUOVO CORONAROVIRUS (SARS-CoV-2)

L’epidemia di COVID-19 è stata dichiarata dal Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale.

In calce potete scaricare copia dell’informativa e della circolare del Ministero della Salute, inoltre di precisa che il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri emanato il 23/02/2020, prevede per i Comuni al momento interessati dalle misure urgenti di contenimento del contagio (vedasi allegato 1 al D.P.C.M. 23/02/2020) l’obbligo di:

 

“sospensione dello svolgimento di attività lavorative per i lavoratori residenti o domiciliati, anche di fatto, nel Comune o nell’area interessata, anche ove le stesse si svolgano fuori dal Comune o dall’area indicata” (art 1, comma 1, lettera o).

 

Coerentemente con le indicazioni delle autorità regionali e nazionali, adottando il principio della precauzione, nell’ottica di circoscrivere geograficamente i casi, ai fini della tutela della salute pubblica, si invita ad applicare la seguente procedura e di diffonderla a tutti i soci, lavoratori e collaboratori, anche ai fini della sua integrazione nel Documento di Valutazione dei Rischi, relativamente all’esposizione a rischio biologico:

 

1.       Lavarsi spesso le mani, a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie, e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani (si consiglia di esporre nei bagni ed in corrispondenza dei dispenser le indicazioni ministeriali sul lavaggio delle mani allegate alla presente);

2.       Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

3.       Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

4.       Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

5.       Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

6.       Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

7.       Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o si assiste persone malate;

8.       I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi;

9.       Contattare il Numero Verde regionale 800-462340 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni;

10.   Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus

 

Le persone che temono di essere entrate in contatto con soggetti infetti, ma che non hanno alcun sintomo o che presentano sintomi lievi come febbre e/o tosse senza difficoltà respiratoria, non devono chiamare il 118 e non devono recarsi in ospedale; devono invece rivolgersi al numero verde appositamente istituito che in base alle notizie riferite fornirà tutte le informazioni e le eventuali istruzioni sui comportamenti da adottare. Solo in caso di difficoltà respiratoria chiamare il 118 per richiedere l’invio immediato di un’ambulanza.

 

Numero Verde Regione Veneto 800-462340

 

I medici di medicina generale del Veneto potranno essere contattati telefonicamente dai loro assistiti che percepiscano sintomi, e che non dovranno quindi recarsi in ambulatorio. Il medico effettuerà un triage telefonico e deciderà se è necessario effettuare una visita domiciliare o attivare l’intervento del servizio di igiene pubblica o del sistema di emergenza-urgenza.

Le indicazioni fornite potranno essere oggetto di revisione in quanto la situazione è in continua evoluzione.

 

 D.P.C.M. del 23/02/2020arica
(documento PDF)

 Ordinanza contingibile e urgente n. 1 del 23/02/2020
(documento PDF)

chiarimenti applicativi in merito all’Ordinanza di cui al punto 2)
(documento PDF)

opuscolo informativo sulla prevenzione delle infezioni con il corretto lavaggio delle mani
(documento PDF)

.